Italia-Iran, cooperazione scientifica e culturale al centro dei lavori del workshop che ha riunito oltre 180 ospiti

Il 17 dicembre, oltre 180 esperti hanno preso parte ai lavori del workshop di promozione della cooperazione scientifica, tecnologica e culturale tra l’Iran e l’Italia.

Le attività oggetto del programma, promosse dal Ministero Iraniano della Scienza, Ricerca e Tecnologia e coordinate per parte italiana da SPICI, sono state organizzate nell’ambito della Iranian Week of Research and Technology, il più grande evento iraniano sulla cooperazione scientifica.

Il workshop ha consentito un dialogo diretto tra accademici, imprenditori, ricercatori e rappresentanti istituzionali dei due Paesi che hanno discusso di promettenti opportunità di internazionalizzazione e di trasferimento tecnologico.

Preziosi sono stati i contributi dei relatori, tra cui:

Dr. Abdolsadeh Neisy, Direttore dell’Ufficio per il Supporto della Ricerca e Tecnologia del Ministero Iraniano della Scienza, Ricerca e Tecnologia che ha aperto la cerimonia presentando la Iran Week of Research and Technology;

Prof. Hossein Salar Amoli, Vice Ministro Iraniano per la Cooperazione Scientifica Internazionale, che ha menzionato le politiche messe in campo in Iran per la promozione della ricerca e tecnologia;

S.E. Giuseppe Perrone, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Islamica dell’Iran, e S.E. Hamid Bayat, Ambasciatore dell’Iran in Italia, che hanno enfatizzato i progressi realizzati in anni recenti nella cooperazione scientifico-culturale tra i due Paesi;

Dr. Vincenzo Lipardi, Presidente di SPICI, che ha illustrato le best practice e le principali politiche di innovazione e internazionalizzazione a livello italiano ed europeo, e concluso il suo intervento condividendo alcune proposte al fine di espandere la collaborazione tra l’Iran e l’Italia;

Prof. Giorgio Ventre, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, che ha presentato le attività svolte presso il Polo Tecnologico di San Giovanni a Teduccio di Napoli e la presenza di numerose academy internazionali tra cui quella Apple, Deloitte, Cisco e Ferrovie dello Stato;

Prof. Carlo Cereti, Professore di Studi Iraniani alla Sapienza Università di Roma, che ha parlato di cooperazione culturale;

Interessanti sono anche stati l’esibizione virtuale della Iranian Research e Technology Week e i contributi dell’Isfahan Science & Technology Town, Sharif University of Technology e Iran University of Science and Technology.